Ayurveda. Principi e Concetti Base

AYURVEDA. I SUOI PRINCIPI E CONCETTI BASE

Oltre 5000 anni fa nacque e si sviluppò un sistema curativo completo chiamato AYURVEDA. La parola, di origine sanscrita è composta da Ayus che significa Vita e Vid che significa Conoscenza. Ayus è il ciclo vitale quotidiano che rappresenta il corpo, i sensi, la mente e l’anima. Vid è la conoscenza del mondo e di tutto ciò che esiste in esso; il suo contenuto va ben oltre quello del sistema curativo. Infatti racchiude in se l’Arte e  la Scienza del Vivere. Questa scienza olistica, si occupa anche degli squilibri relativi alla mente e allo spirito. Seguire in maniera corretta i Principi Ayurvedici può aiutare a mantenere giovane la propria salute.

I grandi rishi,(veggenti o saggi) dell’antica India individuarono i Veda e scoprirono che racchiudeva i segreti della salute e della malattia. E a partire da li posero le fondamenta della scienza sofistica della vita nota come ayurveda. L’ayurveda affonda le proprie origini nel Charak Samhita, un trattato che risale a 3500 anni fa, che, a sua volta, si basava sul Agnivash Samhita, l’opera più antica dei tempi che risaliva  a migliaia di anni addietro. Di base, l’Ayurveda si propone di diffondere una qualità di vita migliore, agendo non soltanto sul corpo ma anche sulla mente e l’anima. Il C.S si suddivide in 8 branche che comprendono tra l’altro il ringiovanimento, la cura delle malattie, la Chirurgia maggiore o minore, la Tossicologia, gli Afrodisiaci ecc. Uno dei rami dell’

Ayurveda che si occupa della guarigione delle malattie è chiamato Kaya-Chikitsa, è strutturato in maniera organica secondo terapie, patologie, anatomia, fisiologia, farmacologia, ecc. E a conoscenza di pochi il fatto che molte recenti scoperte mediche erano già oggetto di studio dell’Ayurveda più di 5000 anni fa: per es. lo studio dei geni e cromosomi era già stato affrontato e spiegato a fondo da questa antica medicina indiana.

Secondo l’Ayurveda l’Universo, il Macrocosmo, il Microcosmo e l’Essere Umano l sono parti del Panchmahabhoot, i 5 elementi fondamentali:

Terra,Acqua,Fuoco,Aria e Etere.

L’equilibrio di questi 5 elementi assicurano la vita in questo universo e in ogni essere vivente;così un eccesso di calore (Fuoco) nel pianeta Mercurio che è il più vicino al sole, o la mancanza do calore (Fuoco) nel Pianeta Plutone, che è il più lontano, impedisce qualsiasi forma di vita come, d’altronde, accade sulla Luna per la mancanza di aria.

I CINQUE ELEMENTI BASE E LE DIREZIONI

  1. TERRA – NORD – PRITHVI

Nell’Universo, l’elemento Terra fornisce solidità e compattezza, struttura il pianeta e da sostegno e nutrimento agli essere viventi. Nel corpo umano, in modo similare la Terra si materializza nella struttura ossea e muscolare che da forma e sostegno al corpo stesso. Se l’elemento Terra è in eccesso, si manifesta pesantezza, grossezza e lentezza nei movimenti. Il consumo esagerato di carne, minerali e dolci conduce ad una eccessiva formazione dell’elemento Terra nel corpo umano.

  1. ACQUA-EST-APA/JALA

 L’umidità,la fluidità. Il nutrimento, la vischiosità e la pesantezza sono caratteristiche peculiari dell’elemento Acqua. Un eccesso o una scarsità di acqua sul pianeta Terra impedisce lo sviluppo delle diverse forme di vita:per es.troppa acqua nel terreno lo rende fradicio,ostacolando la vegetazione, mentre una scarsità di acqua non nutre le piante, rendendole secche e spoglie. Nel corpo l’elemento Acqua si manifesta sottoforma di plasma, protoplasma,citoplasma,fluidi linfatici,ecc.Un suo eccesso provoca grossezza ed edema, mentre una sua carenza è all’origine doi stati di disidratazione generale o locale. Uno smodato consumo di latte, succhi di frutta zuccherati, olio, acqua e burro, provoca un aumento dell’elemento Acqua nel corpo.

  1. FUOCO – SUD –TEJ

 Il calore e l’intensità sono le caratteristiche primarie del Fuoco la cui funzione consiste nel favorire la digestione e il corretto funzionamento del metabolismo. Nell’Universo l’energia solare stimola il metabolismo e la trasformazione di energia in nutrimento della pianta. Nel corpo umano, l’elemento Fuoco regola la secrezione degli enzimi, dei succhi gastrici, il sangue, il ciclo metabolico, ecc. Un eccesso dell’elemento Fuoco nell’Universo brucia la vegetazione mentre una scarsità ne inibisce la crescita. Un eccesso di calore nel corpo provoca sensazione di bruciore,mentre una sua carenza altera le funzioni metaboliche e digestive,ostacolando la crescita del corpo.

L’elemento Fuoco è presente soprattutto nei cibi piccanti e speziati.

  1. ARIA – OVEST – VAYU

 In Natura l’elemento Aria è leggero, secco, freddo,instabile e impercettibile. Nell’Universo è responsabile del movimento della materia. Nel corpo umano funzioni come il movimento degli arti e dei muscoli,il fluire dello sperma, l’urinazione, la defecazione, la trasmissione degli impulsi nervosi, la respirazione etc. sono controllate dall’elemento Aria. Un’elevata presenza di Aria rende il corpo molto leggero, magro e conduce malattie connesse alla mobilità come per es. artrite,asma,stitichezza,sclerosi multipla, morbo di Parkinson etc. La stabilità mentale e fisica risulta inoltre disturbata. L’elemento Aria predomina nelle lenticchie, fagioli, ceci, etc.

  1. ETERE –AKASHA

Questo Elemento si caratterizza per la sua leggerezza, morbidezza, impercettibilità,volatilità.Lo spazio è il vuoto nell’universo che favorisce la mobilità. Infatti se una stanza è piena di oggetti solidi, il movimento sarà impossibile o limitato. Analogamente il corpo umano è composto da numerose strutture vuote, come il tratto digestivo, i vasi sanguigni, i pori delle membrane cellulari, gli spazi all’interno delle orecchie, che permettono un costante movimento di solidi e di liquidi. L’assenza dell’etere in uno di questi organi vuoti, provocherebbe dei blocchi con conseguente limitazione dei movimenti.

IL PRINCIPIO TRIDOSHA

I 5 elementi Pancha Mahabhuta si aggregano per costituire il corpo degli esseri viventi,si combinano formando 3 energie basilari. Queste 3 energie sono forze vitali primarie e vengono chiamati 3 umori biologici oppure costituenti corporei Tridosha in sanscrito 3; un dosha è un flusso, ,oltre ai 3 dosha corporei esistono due dosha mentali che sono rajas e tamas,le qualità di energia e inerzia, esse fanno parte dei 3 guna (sativa,rajas e tamas),le qualità della natura, mentre rajas e tamas che producono agitazione e inerzia sono fattori che causano disturbi della mente e quindi vengono considerati dosha mentali.

I 3 doshas fondamentali:

1. Vata – formata dagli elementi Etere e Aria

2. Pitta –  formata dall’elemento Fuoco

3. Kapha- formata dagli elementi Acqua e Terra

Ogni dosha racchiude in sé le caratteristiche degli elementi che lo compongono.

1 – VATA

“Ciò che muove le cose”

Il corrispettivo cosmico è il vento e il suo principio base è il mutamento, i suoi elementi sono l’aria e l’etere,aumenta naturalmente in autunno, nell’ultima  parte del giorno e della notte 14-18;2-6 e nella vecchiaia.

PROPRIETA’: leggerezza, circolazione,movimento,secchezza,freschezza. E’ invisibile e può essere rivelato dalle funzioni che sottende quali il movimento, il trasporto delle molecole e sostanze nutritive,la conducibilità elettrica. Le sue funzionù i sono: respirazione, circolazione,movimento delle mani e delle gambe, occhi, movimento dei visceri,escrezione,ingestione,deglutizione,riempie gli spazi vuoto del corpo sotto forma di gas e penetra anche nei canali più profondi.

PATOLOGIE: meteorismi, gonfiori e tensioni addominali,emboli e malattie circolatorie.

LOCALIZZAZIONE DI VATA: è presente un po’ ovunque, parte distale di colon e retto, la regione sacrale, la regione della vescica, l’apparato uditivo, la struttura ossea, la superficie della pelle.

VATA E’ PRODOTTO: Nella parte terminale del largo intestino e del retto.

COME APPARE IL TIPO VATA: tende ad essere magro, con problemi ai denti è incline a mangiarsi le unghie e a dormire in modo irregolare. Ha una natura potente e dinamica. E’ incostante, la personalità è vivace. E’ un individuo che guadagna e spende denaro con facilità; è una persona decisa ma con una memoria bizzarra, e spesso sogna di volare, di correre, di saltare e di salire sugli alberi.Gli occhi sono piccoli, i denti spesso arcuati e soggetti a carie, il corpo è esile, la pelle è secca e dura, si spacca facilmente, le abitudini alimentari sono irregolari, il polso è irregolare, debole e veloce.

CHE COSA CAUSA SQUILIBRIO: lo stile di vita occidentale, è il maggior imputato, e vata tra l’altro è spontaneamente attratto dalle esperienze eccitanti e da una vita frenetica. Lo stress, un eccesso di attività, l’incapacità di rilassarsi, l’abuso di cibo,tabacco  alcool,sesso il superlavoro e una tensione fisica ed emotiva se prolungati nel tempo possono provocare squilibrio. Viaggi troppo frequenti, ansia e preoccupazioni, paure e shock mentali. Anche le vacanze avventurose e piene di attività stimolanti-che queste persone amano tanto-possono aggravare gli squilibri di vata. Perciò spesso si consiglia loro di concedersi una vacanza in un ambiente calmo e rilassante, non troppo ricco di distrazioni. Saltare i pasti, dormire in modo inadeguato esporsi al freddo e al vento, mangiare troppi alimenti crudi, freddi o secchi sono ulteriori motivi di squilibrio.

SEGNI DI SQUILIBRIO
Pelle ruvida
Unghie fragili e zigrinate
Lingua secca
Pelle grigiastra
Stitichezza
Tosse secca
Occhi e labbra secche
Depressione,mancanza di energia e gioia
Problemi respiratori
Insonnia
Fatica senza causa apparente
Ansia,preoccupazione e  confusione
Torpore
Pressione alta
Tensione muscolare
Dolori di origine nervosa
Tremolii,brividi
Crampi
Perdita di peso
Problemi di stomaco, di origine nervosa

EFFETTI DOVUTI AD UNO ECCESSO DI VATA: se in conseguenza ad una alimentazione errata e una cattiva digestione si produce meno chilo nutriente e più Vata, si sviluppa minore energia e più movimento. Le difese immunitarie si allentano e si possono manifestare malattie come il morbo di Parkinson, la sclerosi multipla, l’artrite,l’asma, un movimento intestinale non regolare, perdita di peso, mente instabile, gonfiori addominali, mancanza di concentrazione, depressione, sordità, atrofia degli organi nonché disturbi psichici e mentali in casi estremi. Il linguaggio risulta veloce e scomposto.

EFFETTI DOVUTI AD UNA QUANTITA’ INADEGUATA DI VATA: se a causa di una cattiva digestione e del cibo ingerito si produce più chilo nutritivo e meno vata, si sviluppa più energia e meno movimento. Gradualmente l’energia sviluppata si accumula e non viene più utilizzata. La riduzione delle attività fisiche produce pesantezza e apatia che possono provocare disturbi come cattiva circolazione del sangue, lenta digestione, etc. Se a causa di una cattiva digestione e del cibo ingerito, si produce meno chilo nutriente e meno vata, si sviluppa meno energia e meno movimento. In tal caso l’attività fisica si riduce, si manifesta dimagrimento e apatia.

EFFETTI DOVUTI AD UNO SQUILIBRIO DI VATA: è localizzata principalmente nel basso ventre. Talvolta il suo movimento naturale viene deviato dalla presenza di blocchi presenti nella sua sede principale, con conseguenti disturbi come tremori, depressione, formicolio, dolori diffusi, disidratazione, coliche, intorpidimento, rigidità fisica e mentale, etc.

Vata può incidere sia sulla salute fisica che mentale. A livello fisico Vata può indurre leggerezza, flessibilità, freddezza:può permettere di controllare funzioni motorie come la respirazione, la circolazione, i movimenti delle mani, gambe, palpebre e intestino, l’ingerire e inghiottire e può penetrare nei canali più profondi. A livello mentale, Vata incoraggia l’immaginazione e l’entusiasmo.

SEGNI DI EQUILIBRIO IN VATA: la persona sarà positiva,entusiasta e concentrata, agisce velocemente, si adatta senza difficoltà a nuove situazione, è vigile e creativa. Dorme bene, buon funzionamento di vescica e intestino, ottimo sistema immunitario.

I 5 TIPI DI VATA:

-P rana Vata, testa e cavo orale

-U dana Vata, parte alta del collo e della gola

Samana Vata, tra stomaco e intestino

Vyana Vata, tutto l’organismo

Apana Vata, retto

CIBI CHE POSSONO PROVOCARE ECCESSO DI VATA: ceci, fagioli, fagioli neri, fave, noci , tutta la frutta secca, cavoli in generale, cibi congelati cibi astringenti come il melograno, cetrioli,meloni,patate,crakers, pane secco, mele, junk food.

LE ATTIVITA’ CHE AUMENTANO VATA: viaggiare, stare svegli fino a tarda notte, guardare troppa televisione, vivere in un ambiente rumoroso, mangiare mentre si è ansiosi o depressi, sottoporsi a stress continuo,attività sessuale eccessiva.

2. PITTA

“Ciò che digerisce le cose”

Il corrispettivo cosmico è il sole e il suo principio base è la conversione, i suoi elementi sono fuoco e acqua, fluidità e calore, in sanscrito significa bruciare, riscaldare, aumenta naturalmente in autunno,intorno a mezzogiorno e mezzanotte 10-14 e 22-02 e durante la giovinezza e la maturità.

PROPRIETA’

Il caldo grazie al quale avviene il processo di digestione, la trasformazione delle sostanze avviene grazie al calore, l’eccesso viene eliminato tramite il sudore;ha proprietà forti e penetranti che permettono di rompere, digerire, separare e bruciare le sostanze;è leggero;ha la capacità di pulire e rimuovere (mantenere l’intestino vuoto);da odore alle sostanze prodotto finale della digestione, cattivo odore=fermentazione;è liquido e ha proprietà fluide;è leggermente oleoso;è veloce.

PATOLOGIE

Perdita dei sensi, bruciore nell’urinare e defecare, agli occhi e alla pelle, foruncoli, esantemi, appetito e sete eccessivi, acidità gastrica, bruciore epigastrico, itterizia, infezioni vie urinarie, abbassamento delle di difese immunitarie, debolezza, vertigini, emicrania e ulcerazione del tratto intestinale, alterazione della temperatura corporea, colore della pelle.

LOCALIZZAZIONE DI PITTA

Regione addominale,gastrica, nella pelle, nella linfa,nel plasma, negli occhi

PITTA E’ PRODOTTO

Durante il processo digestivo, nella formazione di enzimi e succhi gastrici, attraverso il lavoro di fegato, pancreas e cistifellea.

COME APPARE IL TIPO PITTA

I pitta sono persone decise, aperte a nuove idee e abili con le parole,che non amano lavorare troppo. Il polso di pitta viene chiamato “rana” perché salta; i battiti a riposo sono circa 70-80 al minuto e sono piuttosto irregolari. L’altezza è media, gli occhi grigio azzurri,azzurriverdi o nocciola, ha spesso fame e un gran appetito, la pelle è chiara e tende a scottarsi.I pitta sono generalmente sani, forti e dotati di un buon sistema immunitario. Anche se non sono veloci quanto i tipi vata, i pitta devono spesso imparare a rilassarsi, i loro livelli di energia li tengono in movimento continuo, chi li circonda è esausto; la personalità è impetuosa,talvolta soggetto a gelosia, competitività e ambizione sfrenata.

COSA CAUSA SQUILIBRIO

Lo stress, uno stile di vita irregolare protratto nel tempo. Per loro è importante dormire a sufficienza, non saltare i pasti e prendersi il tempo necessario per esprimere le emozioni represse. Causa squilibrio il caldo eccessivo, i cibi salati, grassi, speziati che creano difficoltà digestive, pitta si aggrava guardando la tv, usando il computer e mangiando mentre si cammina.

SEGNI DI SQUILIBRIO

Sudorazione abbondante

Vampate di calore

Alito cattivo

Problemi di sonno

Difficoltà digestive

Fegato debole

Deficienze ormonali

Bruciori di stomaco

Eczema

Appetito eccessivo

Pelle giallastra con macchie

Infiammazioni

Colon irritabile

EFFETTI DOVUTI AD UNA QUANTITA’ INADEGUATA DI PITTA

Il metabolismo e la digestione sono rallentati, si sviluppa meno energia e si riduce la rigenerazione dei nuovi tessuti, ciò provoca abbassamee rigidità del corpo: aumento della temperatura corporea, flatulenza, formazione di gas nell’addome, muco dovuto a indigestione, anoressia, pelle opaca,rigidità del corpo: tutti problemi dovuti ad una scarsa produzione di enzimi e ormoni.

EFFETTI DOVUTI AD UN ECCESSO DI PITTA

La pelle assume colore ramato come pure occhi, unghie,urine ,sudore e feci, provoca bruciore diffuso nel corpo,agli occhi, alla pelle, nell’urinare e defecare. Si formano eczemi ed esantemi, appetito e sete sono eccessivi, acidità gastrica e bruciore,psicologicamente l’eccesso di pitta provoca temperamento irascibile, rabbia,odio e gelosia,tendenza ad essere polemici,le difese immunitarie si riducono, perdita di sensi, debolezza, vertigini, emicrania, ulcerazioni tratto gastri-intestinale.

SEGNI DI EQUILIBRIO IN PITTA

Se questo elemento focoso è ben bilanciato, in un individuo pitta si avranno dei livelli di energia alti accompagnati da sentimenti di gioia, pace interiore, armonia e benessere. L’appetito sarà robusto e la digestione buona. La muscolatura sarà aggraziata, la pelle morbida gli ormoni bilanciati riducendo così i disturbi legati alla produzione di ormoni come la sindrome premestruale, e il fegato sarà in grado di ridurre il livello di tossine nel sangue. Ma soprattutto il tipo pitta sperimenterà elevate capacità intellettuali, creatività e successo. Devono bere molta acqua, vivere in un ambiente fresco vicino all’acqua.

I 5 tipi pitta:

– panchaka pitta, localizzata nel duodeno

– ranjaka pitta,situata nel fegato e nella milza

– sadhaka pitta, si trova nel cuore

– alochaka pitta,localizzata nella pupilla dell’occhio

– brajaka pitta, presente nella pelle

Anche nei reni, linfa, nel sangue

CIBI CHE POSSONO PROVOCARE AUMENTO DI PITTA

Cibi salati,acidi e aspri,aceto, peperoncino,pepe nero,zenzero,spezie piccanti, agrumi in genere, consumo di alcolici.

ATTIVITA’ CHE POSSONO PROVOCARE AUMENTO DI PITTA

Cause dovute ad abitudini e routine quotidiana:clima caldo, essere frequentemente in collera

LE FUNZIONI DEL DOSHA PITTA

  1. La funzione principale di questo dosha è la digestione. Agisce sulle sostanze assunte come cibo le converte nelle sostanze richieste dal corpo e trasportate nel sangue.
  2. Libera calore ed energia nel corpo, termogenesi
  3. Rende l’occhio capace delle percezioni, creare immagini
  4. nelle attività quotidiane utilizza energia conservata sotto forma di APT, il corpo ha bisogno di nuovo apporto energetico
  5. durante l’escrezione l’acqua contenuta nel corpo viene perduta attraverso, feci,urine e sudore. La sete per reintegrare i liquidi è un effetto di pitta
  6. questo processo riguarda tutti i liquidi del corpo per mantenere il livello di ormoni
  7. il gusto del cibo
  8. il colore, la struttura e la qualità della pelle
  9. intelletto e memoria
  10. vigore e forza, volontà di intraprendere sfide senza paura
  11. bellezza e proporzioni degli organi del corpo
  12. processi metabolici

PITTA PROVA SPESSO EMOZIONI VIOLENTE, MA RABBIA ,GELOSIA E ODIO SCOMPAIONO CON LA STESSA VELOCITA’ CON CUI ARRIVANO.

3-KHAPA

“Ciò che tiene unite le cose”

Il corrispettivo cosmico è la luna e il suo principio fondamentale è l’inerzia, è più solido e resistente degli altri due dosha, costituito da acqua e terra. Kapha aumenta naturalmente in primavera, nella prima parte del giorno e della notte 6-10,18-22 e durante l’infanzia.

PROPRIETA’

Esso lega i tessuti e costituisce il corpo, legare e connettere è una funzione importante del dosha kapha nella crescita cellulare .La crescita, lo sviluppo, l’aspetto esteriore. Kapha lubrifica e umidifica le superfici, è importante per mantenere il corpo flessibile e morbido.Ha proprietà rinfrescanti e idratanti, è lento e stabile, difficile da rimuovere in quanto ha proprietà di collante. Ha proprietà di dolcezza e forza, rende possibile l’armonia tra mente e corpo. Kapha è pesantezza, grossezza, solidità,densità, oleosità,lentezza,freddezza,staticità, dolcezza ecc.Kapha dona vitalità, rende l’individuo generoso, comprensivo e affettuoso, stimola l’entusiasmo e il desiderio di conoscenza. L’acqua corporea è responsabile per salivazione,crescita del corpo, cementazione, collegamento dei tessuti e della struttura ossea, equilibria le mozioni, da pace mentale è responsabile di amore, pazienza e clemenza.

PATOLOGIE

Nausea,anoressia,digestione debole,tosse,congestione nel petto, difficoltà respiratorie, obesità

LOCALIZZAZIONE DI KAPHA

Si forma nello stomaco come sottoprodotto nella prima fase digestiva,quando viene scomposto sotto l’azione di Agni (enzima della digestione).Kapha viene assorbito dal plasma ed entra in circolo nell’organismo. E’ presente nella parte bassa del corpo vescica urinaria, colon,zona pelvica,cosce, gambe, ossa.

KAPHA E’ PRODOTTO

E’ il prodotto finale del ciclo nutritivo Rasa Dhatu , il plasma viene portato al cuore,distribuito con la circolazione.

COME APPARE IL TIPO KAPHA

Di natura tolleranti, indulgenti e calma, i kapha spesso sono anche fedeli e amorevoli. Sono peraltro abili nell’incoraggiare gli altri a lavorare per loro. Detestano la nebbia. I capelli sono grossi e lucenti, la pelle è grassa, l’appetito è scarso e la digestione è lenta, la struttura è robusta, le ossa pesanti. Forse per il fatto che raramente perdono la calma i kapha tendono a vivere a lungo, gli occhi sono grandi e attraenti, esprimono energia vitale in abbondanza, tendono a muoversi lentamente e con grazia.

CHE COSA CAUSA SQUILIBRIO

La mancanza di stimoli che conduce all’apatia. Il freddo, l’umidità, una dieta troppo abbondante ricca di zuccheri grassi e sale (il dolce, l’aspro e il sale aggravano), lo scarso movimento, le troppe ore di sonno soprattutto durante la giornata.

SEGNI DI SQUILIBRIO

Pallore

Sensibilità al freddo

Difficoltà di digestione

sovrappeso

Troppe ore di sonno

Metabolismo lento

Problemi respiratori

Edema

Allergie

Depressione

Gelosia

Apatia e indolenza

impotenza

EFFETTI DOVUTI AD UN ECCESSO DI KAPHA

Un eccesso di Kapha porta ad un aumento di peso che inizia nell’addome e si diffonde alle anche, alle cosce e in seguito a tutto il corpo, gli effetti sono anoressia, salivazione eccessiva, movimenti lenti del corpo, inappetenza e attrazione per cibi saporiti, apatia, pesantezza, bassa temperatura corporea, attacchi ripetuti di tosse e raffreddore, disturbi dell’apparato respiratorio, tendenza a dormire troppo, formazioni di tumori fibroidi, fibrosi, feci viscide,prurito dispnea, blocco ai canali come arterie, tube di falloppio, vasi deferenti, tratti respiratori

EFFETTI DOVUTI AD UNA RIDUZIONE DI KAPHA

Una diminuzione di Kapha nella parte superiore del corpo, come la testa o le vie respiratorie, provoca vertigini, capogiri, svenimenti, vuoti mentali. La mente diventa maligna, instabile, impaziente. Una diminuzione di Kapha nel cuore e nei polmoni provoca disidratazione nei canali con conseguenti difficoltà respiratorie e tachicardia. Le giunture asciugandosi, causano difficoltà di movimento, scricchiolii, distruzione di tessuti morbidi come le cartilagini, stati di debilitazione, crampi, indolenzimento, disidratazione locale o generale.

SEGNI DI EQUILIBRIO IN KAPHA

Quando kapha è bilanciato può essere una persona deliziosa- è un amico buono, paziente e comprensivo, coraggioso ed emotivamente stabile. A livello fisico gli individui kapha sono forti e robusti:hanno, buone articolazioni, un’ottima energia sessuale, digeriscono bene e non soffrono di carenze nutrizionali, cercano di evitare l’esercizio fisico, ma se incoraggiati sono tra i più resistenti. Kapha contrasta le malattie e favorisce il processo di guarigione. E’ la forza anabolica del corpo, regola la formazione di tutte le cellule, anche le più piccole. Kapha sostiene i processi mentali stabilizzanti e fortificanti come la fedeltà, l’indulgenza e l’amore.

I 5 TIPI KAPHA

– Kledaka Kapha localizzata nello stomaco

– Avalambaka Kapha che si trova nel torace

– Bodhaka Kapha situata sulla lingua

– Tarpaka Kapha, localizzata nella testa

– Sleshaka Kapha, presente nelle articolazioni

CIBI CHE POSSONO PROVOCARE ECCESSO DI KAPHA

Grano e farinacei, frutti dolci come banane, datteri e noce di cocco, latticini e cibi grassi, dolciumi, pesce di acqua dolce, carne di maiale e patate.

LE ATTIVITA’ CHE AUMENTANO KAPHA

Dormire troppo, svolgere poca attività fisica, ingerire cibi surgelati di sera e mangiare troppo.

LE FUNZIONI DI KAPHA

E’ l’unico dosha stabile e forte aiuta nel mantenimento della struttura del corpo.

  1. lega assieme molte sostanze. Mantiene le giunture del corpo in posizione e lubrifica gli spazi tra le articolazioni (liquido sinoviale) per permettere un movimento più dolce.
  2. da forma, dimesione, forza e stabilità agli organi
  3. quando il corpo soffre per delle ferite kapha aiuta a rigenerare i tessuti
  4. nel processo metabolico il logorio dei tessuti viene rigenerato turn over
  5. l’energia e la vitalità, il vigore e la forza sono aumentate, gli ojas (prodotti finali del metabolismo) sono sintetizzati da kapha.
  6. agisce a livello mentale bilanciando le emozioni, rendendole stabili, calma la mente e favorisce il perdono.
Nessun commento

Lascia un commento